La libertà è Resistenza!

25 aprile_ArciSol

#versoil25aprile

Contro chi politicizza faziosamente l’antifascismo e in opposizione alle celebrazioni di “rito” che appiattiscono in una zona grigia i morti di tutti i colori e di tutte le idee, oggi più che mai, il 25 aprile è un monito ad una festa partigiana! Di parte perché dedicata all’impegno e alla battaglia per la realizzazione della democrazia e dei valori di pace, libertà e uguaglianza: un processo in corso e mai ancora pienamente realizzato. L’antifascismo non è per noi un principio formale a cui aderire, ma una declinazione dell’azione come impegno politico e culturale quotidiano, oggi più valido che mai nei tempi delle restrizioni e degli stati di emergenza, delle risposte alla crisi sanitaria, del razzismo, della xenofobia e del nazionalismo per riscrivere a chiare lettere in quale tipo di mondo vogliamo vivere domani. E ancora, una giornata di memoria che viene dall’Italia ma che ha respiro europeo, per far sì che il progetto nato a Ventotene possa riappropriarsi dei valori della Resistenza da cui è nato e in cui ha trovato una ragion d’essere come promessa concreta di futuro ancora da realizzare.

Di seguito alcune delle iniziative programmate per il 25 aprile e risorse utili per “esserci”, rinnovando ancora una volta il significato di questo giorno nel nostro presente:

🔸 Qui tutti gli appuntamenti di Arci nazionale e dei circoli: https://www.arci.it/25-aprile-2020-lelenco-delle-iniziativ…/

🎥 Contenuti da vedere in vista del 25 aprile selezionati dell’Unione dei Circoli Cinematografici Arci per Resistenza Viralehttps://www.uccaarci.com/resistenza-virale/

➡️Le attività sui territori di Resistenza virale il 25 aprile: https://www.uccaarci.com/25-aprile-territori/

🎶 Il programma dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e il flash mob delle 15 per cantare Bella Ciao! Dai nostri balconi: https://www.anpi.it/…/la-grande-piazza-virtuale-del-25-apri…

🎞 Qui il portale ad hoc della Rai con fotografie, testimonianze, documentari, approfondimenti e tanto altro ancora: https://www.raicultura.it/webdoc/25-aprile/index.html…

#iorestolibero #bellaciaoinognicasa

Documenta in streaming!

sito documenta

La piattaforma “Documenta in streaming” è online!

Impossibilitati a portare avanti la rassegna cinematografica del progetto “Documenta – archeologia e nuove storie di comunità” nel rispetto delle misure governative per contrastare la diffusione del Covid-19, abbiamo creato insieme all’Unione dei Circoli Cinematografici Arci un sito online pieno di contenuti gratuiti da scoprire!

Per vedere la selezione di film, documentari, animazioni per bambini e tanto altro ancora, basta cliccare qui:

https://documentainstreaming.com/

“Perché pubblico lo siamo tutti e, anche se fisicamente distanti, vogliamo continuare a realizzare la nostra esperienza di comunità per creare coesione sociale, crescita condivisa, inclusione e opportunità di formazione e conoscenza per tutti.

(…) E infine: frequentatelo spesso questo sito, perché verranno continuamente aggiunti nuovi titoli e nuovi autori che vorrete vedere o rivedere.”

Attenzione, falso annuncio su Indeed!

Se ricevete una proposta di lavoro da Arci Solidarietà Onlus su Indeed, vi preghiamo di non rispondere: l’annuncio non è stato pubblicato da noi e l’indirizzo email indicato non è il nostro.

Siamo in contatto con l’assistenza di Indeed per risolvere lo spiacevole accaduto.

Per controllare le posizioni aperte, potete leggere la sezione dedicata del nostro sito.

indeed.jpg

“Documenta” in festa: un pomeriggio di fermento culturale!

Il 30 novembre l’Istituto Comprensivo Carlo Levi ha ospitato la festa di presentazione del nuovo progetto “Documenta – Archeologia e Nuove Storie di Comunità” promosso dalla scuola insieme ad Arci Solidarietà Onlus, Società Cooperativa Culture e Sibilla Film Srl e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo.

La festa ha animato un silenzioso sabato pomeriggio in via Serrapetrona, aprendo le porte della scuola alla comunità e trasformando per una giornata il grande anfiteatro scolastico in un laboratorio culturale in fermento.

La giornata ha rappresentato l’anteprima di un percorso che coinvolgerà la scuola e il territorio nei prossimi mesi, rafforzando il ruolo dell’Istituto come spazio sociale, di condivisione, cultura e formazione. Le associazioni del progetto promuoveranno tre filoni di iniziative: i laboratori immersivi di CoopCulture alternati a giornate di formazione e visite guidate negli splendidi luoghi della città; il corso di video-making di Sibilla Film Srl per produrre con gli abitanti un documentario che costruisca una narrazione del territorio filtrata dagli sguardi di chi lo abita ogni giorno supportati dalle tecniche degli esperti; una serie di iniziative culturali curate da Arci Solidarietà, tra queste la rassegna di film che porterà il cinema direttamente nel territorio. Tutte le attività saranno totalmente gratuite per i partecipanti.

La risposta del quartiere – tra insegnanti, famiglie e abitanti del territorio – è stata incredibilmente calorosa. Molti tra i partecipanti hanno deciso di aderire alle iniziative sottoscrivendo la preiscrizione ai corsi, ai laboratori e agli eventi.

IMG_7402 1.1.jpg

I primi arrivati hanno trovato ad aspettarli Mr Ivan che, con i suoi bizzarri e ironici numeri di magia, ha ipnotizzato grandi e piccini. Il pomeriggio è proseguito con i saluti dell’Assessora alla Scuola del Municipio III Claudia Pratelli, la presentazione del progetto e la rassegna partecipata curata da UCCA (Unione dei Circoli Cinematografici Arci) durante la quale il pubblico ha votato i film che saranno proiettati nei prossimi mesi dimostrandosi agguerrito nelle scelte e suggerendo spunti originali e sempre interessanti. Con il laboratorio creativo, i bambini hanno costruito i nuovi gattini di Fidene, richiamando la storia dell’animale domestico più antico d’Italia, piccolo abitante della capanna preistorica. Durante tutta la durata dell’evento, due corner interattivi hanno coinvolto tutti i partecipanti: la Virtual Reality di Sibilla Film Srl e il banchetto dimostrativo di CoopCulture tra ceramiche e odori di vino speziato.

Il divertimento è continuato con lo spettacolo di Warner Circus e le bolle fumanti e infuocate di Mr Ivan. La giornata si è conclusa sulle note travolgenti della Titubanda che ha animato il pubblico serale con i suoi fiati scatenati. I partecipanti, dai più piccoli alle (bis)nonne, hanno trasformato l’anfiteatro in un’improvvisata pista da ballo.

Un evento che rappresenta solo il principio di un percorso ma che, nella sua piccola unicità, ha già trasmesso un’energia contagiosa. Tra i ricordi più belli della giornata, riportiamo a casa la voglia degli abitanti di partecipare alle iniziative che rompono il silenzio delle periferie romane colorandole di nuove storie e nuove opportunità.

“Documenta” farà proprio questo, riporterà al centro e reinventerà insieme agli abitanti la storia di un territorio, simbolicamente raccolto nell’immagine della capanna preistorica stagliata sui palazzi retrostanti. Un’immagine del tempo, una sintesi di tutta la storia dell’umanità che si è voluta fermare proprio lì, in quella piazza di Fidene. Ora l’attenzione torna alle persone che ogni giorno attraversano quei luoghi e che saranno le vere protagoniste di questo viaggio appena iniziato.

*Foto di Valerio Scassillo

 

Festa di presentazione del progetto “Documenta – Archeologia e Nuove Storie di Comunità”

L’I.C. Carlo Levi, Arci Solidarietà Onlus, CoopCulture e Sibilla Film presentano “Documenta” con musica, giocoleria, cinema, laboratori immersivi e attività creative per bambini!

Il 30 novembre alle ore 15 il teatro dell’I.C. Carlo Levi in via Serrapetrona 121 ospiterà la festa di lancio del progetto “Documenta – Archeologia e Nuove Storie di Comunità” finanziato dal MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo attraverso il Piano Cultura Futuro Urbano.

L’evento sarà un pomeriggio di festa – tra musica, giocoleria e cinema – durante il quale saranno presentate le attività proposte, realizzate dimostrazioni pratiche interattive e raccolte le preiscrizioni alle attività del progetto.

Il progetto è finalizzato a migliorare la qualità della vita degli abitanti dei quartieri di Fidene e Castel Giubileo potenziando il ruolo della scuola come presidio culturale e sociale, attraverso l’offerta di attività improntate al recupero dell’identità storica e culturale del territorio, alla partecipazione e alla collaborazione civica.

A partire da gennaio 2020 saranno realizzate, in orario pomeridiano e durante i fine settimana:

  • Iniziative culturali: teatro, cinema, musica;
  • Attività didattiche: un viaggio nel tempo seguendo le trasformazioni del territorio nella storia e nelle comunità che l’hanno abitato: percorso teorico-pratico articolato in incontri in aula, visite didattiche presso Palatino, Villa di Livia, Appia Antica e Mausoleo di Cecilia Metella e attività laboratoriali immersive (ceramica, affresco e laboratorio su alimentazione);
  • Formazione videomaker e documentaristi: corso di videomaking e documentario con smartphone e attrezzature professionali, programmazione editoriale e realizzazione di un documentario di narrazione del territorio.

 

1

 

Presentazione del libro “Un Educatore Da Favola” di Roberto Latella

Sabato 23 novembre vi aspettiamo al circolo Arci Centofiori in via Goito 35b alle ore 15:30 per la presentazione del libro “Un Educatore Da Favola” di Roberto Latella in presenza dell’autore che dialogherà con Mariangela De Blasi di Arci Solidarietà Onlus e Anna Vettigli di Legacoop. Sociali Lazio.

“La scienza educativa è dunque una teoria che si distilla “strizzando” le pratiche quotidiane, per poi poter produrre anche generalizzazioni e “tendenze” riconoscibili. È insomma dall’osservazione di una relazione educativa e delle sue pratiche ricorrenti che possiamo estrarre i presupposti pedagogici impliciti che “reggono” quella pratica, presupposti a volte non chiari neanche a chi agisce.”  

Da questa convinzione muove “Un Educatore Da Favola”, un saggio sull’educazione ma anche e soprattutto un manifesto politico.

Il libro, edito da Alpes Italia, è impreziosito dalle bellissime illustrazioni di Valentina Anzellotti e la sua Babú illustrazioni.

Non mancate!

“Io mi riprendo” alla Festa del Cinema di Roma – II Edizione

Mercoledì 23 ottobre ore 10,00

AUDITORIUMARTE – Auditorium Parco della Musica

IO MI RIPRENDO: Percorsi di formazione al linguaggio audiovisivo per adolescenti sottoposti a misure penali.

Nell’ambito del progetto “Una chiave per il futuro – Percorsi di inclusione sociale, formativa e lavorativa per minori e giovani a rischio o già coinvolti nel circuito penale” promosso dall’associazione Arci Solidarietà Onlus in partenariato con il Centro di Giustizia Minorile per il Lazio, Abruzzo e Molise, finanziato con i fondi Otto per Mille della Tavola Valdese, è arrivato alla seconda edizione il progetto “Io mi riprendo”, un percorso di formazione al linguaggio audiovisivo per adolescenti sottoposti a misure penali. Anche quest’anno il progetto formativo è stato sostenuto  dalla Fondazione Cinema per Roma in collaborazione con  l’IT Roberto Rossellini di Roma e ha coinvolto ragazzi e ragazze dai 14 ai 18 anni inseriti nel circuito penale.

Il percorso si è rivelato un’importante opportunità di carattere educativo e riabilitativo per i giovani beneficiari, coinvolti in prima persona nel racconto delle loro storie personali e delle loro passioni, con un occhio particolare rivolto alla narrazione della periferia romana.

Il progetto ed il relativo prodotto audiovisivo verranno presentati Mercoledì 23 Ottobre alle ore 10,00 alla Festa del Cinema di Roma, presso lo Spazio Roma Lazio Film Commission – AUDITORIUMARTE, Auditorium Parco della Musica.

images_logo-grandeLogo arcisol trasparente.pngFESTA_CINEMA_DATE_ITA_POSITIVO.jpgLogo Cine Tv per sito 3H.FC_CMYK_pos

 

Presenta la tua candidatura per il Servizio Civile Universale!

È online il “Bando per la selezione di n. 39.646  volontari da impiegare in progetti di servizio civile universale in Italia e all’estero” pubblicato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile il 4 settembre 2019.

Arci Solidarietà onlus è alla ricerca di quattro volontari e volontarie per il progettoLa Rete dei diritti!

Di cosa si tratta?

Il progetto “La Rete dei diritti” riunisce in una rete unica e integrata diversi servizi a favore di alcune fasce deboli della popolazione a rischio di marginalità sociale e culturale, con particolare riguardo ai temi del diritto all’accesso ai servizi sociali, sanitari, ai luoghi di aggregazione e ai diritti di cittadinanza. I volontari, accanto agli operatori di Arci Solidarietà, cureranno tutte le azioni previste dal progetto coadiuvandoli nelle seguenti attività:

  • attività della “Casa della partecipazione”, del “Cineforum” e della “Piazza Telematica”;
  • orientamento ai servizi socio-sanitari e consulenza legale;
  • sportelli di mediazione e “Spazio diritti e cittadinanza attiva”;
  • Centrdi aggregazione e animazione giovanile, organizzazione di laboratori creativi e di contrasto alla dispersione scolastica;
  • orientamento al lavoro e alla formazione professionale, bilancio delle competenze ed empowerment delle donne;
  • comunicazione interna ed esterna delle attività dell’associazione, aggiornamento sito e archivio, back e front office, progettazione.

Come puoi fare domanda?

Sul sito di Arci Servizio Civile Roma è possibile reperire tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda.

Vuoi saperne di più?

Clicca qui per leggere il racconto di una delle nostre volontarie attualmente impegnate nel progetto.

Oppure ascolta le parole di Margherita:

Chi può partecipare?

Possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, o di uno Stato dell’Unione europea, oppure di un paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia;
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 28° anno di età alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

La data di scadenza è il 10 ottobre 2019 ore 14.00. 

Cosa aspetti? Presenta la tua candidatura!

asc

IO MI RIPRENDO- FESTA DEL CINEMA DI ROMA AuditoriumArte / Mercoledì 24 ottobre ore 12,30

IO MI RIPRENDO

Percorsi di formazione al linguaggio audiovisivo per adolescenti rom sottoposti a misure penali

Nell’ambito del progetto “Una chiave per il futuro – Percorsi di inclusione sociale, formativa e lavorativa per minori e giovani a rischio o già coinvolti nel circuito penale” promosso dall’associazione Arci Solidarietà Onlus in partenariato con il Centro di Giustizia Minorile per il Lazio, Abruzzo e Molise, finanziato con i fondi Otto per Mille della Tavola Valdese, è nato “Io mi riprendo”, un percorso di formazione al linguaggio audiovisivo per adolescenti rom sottoposti a misure penali. Il progetto formativo è stato sostenuto  dalla Fondazione Cinema per Roma in collaborazione con l’IT Roberto Rossellini di Roma e ha coinvolto 10 ragazzi e ragazze rom dai 14 ai 19 anni inseriti nel circuito penale.